La sala arrivi dell’aeroporto Falcone Borsellino allagata. I sottopassaggi nella zona di viale Michelangelo e parte di viale Regione Siciliana trasformati in fiumi e chiuse per almeno un’ora.

La pioggia caduta nel capoluogo e in provincia ha creato disagi. La situazione più seria allo scalo Falcone Borsellino. Le infiltrazioni di acqua hanno creato non pochi disagi all’interno dell’aerostazione.

Una turista giunta a Palermo sarebbe scivolata nel pavimento allagato e si sarebbe presentata negli uffici agli arrivi della Guardia di Finanza per presentare un esposto. La vicenda è stata confermata da alcuni testimoni. Avremmo voluto avere la conferma anche dai finanzieri in servizio, ma riuscire a parlare con l’aerostazione è stato pressoché impossibile. Componendo il numero del centralino della Gesap 091-7020111, la signorina della Telecom diceva che il numero è inesistente.

Anche questa la conferma che le infiltrazioni d’acqua hanno provocato non pochi disagi nello scalo. Per gli automobilisti un pomeriggio infernale soprattutto per quelli che dovevano andare in direzione di Trapani percorrendo viale Regione Siciliana. La strada era allagata e la corsia centrale è rimasta chiusa. Allagamenti anche in altre zone del capoluogo. Attimi di paura in via Filippo Cordova, quartiere Libertà. Una lampada alogena al settimo piano del civico 69 ha preso fuoco gettando nel panico molti residenti.

Tanta paura ma nessun danno e nessun ferito. La strada è stata chiusa, nel tratto che da via Marchese di Villabianca va verso via Libertà, per favorire l’intervento dei vigili del fuoco. Alla fine la zona è stata messa in sicurezza.