Si mobilitano i pensionati di Palermo in vista delle manifestazioni regionale Cgil Cisl e Uil a Palermo del prossimo 7 maggio per chiedere la svolta alla Regione, e nazionale sulle pensioni “A testa alta: tutti insieme per rivendicare diritti e dignità dei pensionati”, che si terrà a Roma il prossimo 19 maggio.

Sul tema dell’equità fiscale sociale economica, del rilancio del welfare, della riforma delle pensioni con la flessibilità in uscita, dell’adeguamento delle somme al costo della vita, Spi Cgil Fnp Cisl e Uilpensionati terranno a partire da giovedì 28 aprile, le assemblee unitarie per organizzare la partecipazione alle due manifestazioni.

Nel dettaglio appuntamento giovedì prossimo a Termini Imerese alle 16 aula consiliare via Garibaldi, 1. Il 29 aprile a Bagheria ore 16 nella sala attigua della chiesa Madrice di piazza Madrice, il 4 maggio a Partinico nell’ex convento dei Carmelitani in corso dei Mille, 254 e Palermo infine nel centro anziani di BorgoNuovo alle 16 del 5 maggio.

Ogni giorno il governo nazionale non mostra l’adeguata attenzione al tema delle pensioni improvvisando scelte non adeguate alla situazione – spiegano Concetta Balistreri, Mimmo Di Matteo e Pino Caruso segretari Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilpensionati Palermo – . In piazza porteremo la vertenza dei pensionati sempre più poveri con pensioni al minimo, che sostengono spesso le famiglie, chiederemo politiche socio-sanitarie adeguate, la tutela della reversibilità, l’abbassamento delle tasse sulle pensioni, migliori politiche sociali, l’adeguamento di queste al costo della vita e la flessibilità in uscita, senza la quale si blocca il mercato del lavoro”.