Ancora nuovi posti di lavoro che si perdono, a Palermo, dove la morsa della crisi non ha mollato il tessuto produttivo della città. Stavolta a farne le spese sono gli otto lavoratori del negozio Sempre Casa di viale Aiace 136 a Palermo, rilevato dalla Gieco Srl . Le serrande sono già abbassate dal 30 maggio e i lavoratori, un tempo lavoratori del Grande Migliore di via Generale di Maria, sono ufficialmente in ferie.

Oggi l’annuncio dell’avvio di procedura per il licenziamento collettivo da parte dell’ azienda della famiglia Bellavia. Sul banco degli imputati come la stessa azienda spiega ci sono “la dimunuzione dei volumi d’affari” e gli “incassi minimi tali da non consentire la copertura dei costi”. Di qui la decisione che si inquadra nel clima “di sofferenza” degli altri negozi rilevati dal gruppo. Stiamo parlando del ex Grande Migliore di via Generale di Maria per l’appunto, dove i lavoratori in cassa integrazione sono  sono 16 in cassa integrazione su un totale di 26 ed i cinque  in cassa integrazione nell’ ex Grande Migliore di Partinico, anch’esso chiuso.

“Mentre noi speravamo in una ripresa del mondo imprenditoriale siciliano ed auspicavamo una crescita, di fatto registriamo le chisure dei punti vendita – spiega a Blog Sicilia Mimma Calabrò, segretario generale Fisascat Cisl Sicilia -. Siamo fortemente preoccupati per questi lavoratori di cui è annunciato il licenziamento ma anche per quelli in cassa integrazione del negozio di Palermo di via Generale di Maria. Andremo all’esame congiunto – conclude la Calabrò – per esaminare bene la vicenda con l’obiettivo di cercare soluzioni alternative per scongiurare i licenziamenti”.