Sei piazze interessate e cinquanta gli artisti coinvolti per la prima edizione del Festival di arti di strada internazionale di Palermo che per tre giorni, dal 21 al 23 ottobre, animerà vicoli e piazze dell’Albergheria.

La manifestazione, organizzata dell’assemblea di quartiere Sos Ballarò insime all’Associazione dei commercianti “Mercato storico di Ballarò” è promossa dall’assessorato alla Cultura del comune di Palermo, dalla Presidenza del Consiglio Comunale e dalla Rap, è stata presentata oggi durante una conferenza stampa. Obiettivo è quello di rilanciare e riqualificare il mercato storico di Ballarò, le realtà che organizzano il Festival sono: Moltivolti, Logiche Meticce, Brushwood, Per Esempio, Circolo Arci Porco Rosso, Caravan Serai, Maghweb, Arci Tavola Tonda, coopeativa Terradamare, Santa Chiara, Handala e il Circopificio. Le piazze coinvolte sono piazza Casa Professa, piazzetta Schiera, piazza Ballarò, piazza Mediterraneo, piazza Santa Chiara e il giardino di Handala.

Cultura popolare e cambiamento culturale sono il tema che la Rap intende sviluppare partendo dagli antichi mercati storici che nel passato hanno rappresentato il cuore pulsante della città e sono ancora oggi testimonianza di una profonda integrazione sociale. Ecco il senso dell’impegno della Rap su questa manifestazione – dichiara il presidente della Rap Roberto Dolce -. Dalla lotta contro il degrado, bonificando dei siti abbandonati e riconsegnandoli ai cittadini, alla promozione della raccolta differenziata partendo proprio dal mercato Ballarò con l’intento di coinvolgere successivamente gli altri mercati, come il Capo, per farli divenire luogo di incontro sociale e vetrina nei confronti dei turisti che visitano la nostra città”.

Il mercato di Ballarò ha subito svariati cambiamenti nel corso degli anni, dalla sua nascita fino ai giorni nostri, basta guardare le foto storiche per capire che si tratta di un mercato in continua evoluzione. La città, viceversa, è a un punto di svolta: da un anno l’Unesco ha riconosciuto il percorso Arabo-Normanno come patrimonio dell’Umanità, coinvolgendo al suo interno molti dei monumenti simbolo del capoluogo siciliano, di cui proprio Ballarò rappresenta una importante posizione.
Questo prestigioso riconoscimento per la città ha aumentato il flusso turistico ma, a causa dei molteplici cambiamenti che ne sono derivati, se da una parte il mercato si è popolato di nuovi visitatori, dall’altro ha perso i suoi clienti abituali. Per queste ragioni oggi Ballarò vive un momento di crisi.
La rete di associazioni e movimenti che si è costituita ha lo scopo di rilanciarlo con diverse azioni e il Balllarò Buskers Festival si incastra perfettamente in questo percorso.

“Ballarò Buskers è una di quelle iniziative partite dal basso, grazie a SOS Ballarò, e subito sposate dall’Amministrazione, con lo scopo di favorire e sostenere il rilancio e la rigenerazione del mercato e dell’intero quartiere – ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando -. Come tutti i mercati storici di Palermo, anche Ballarò è un vero e proprio ecosistema e in quanto tale va tutelato e promosso nella sua interezza e complessità. Vanno in questa direzione – ha continuato Orlando – sia la prossima chiusura parziale del secondo tratto di via Maqueda, che servirà a spostare il flusso pedonale e turistico verso questa zona consentendone una migliore fruizione, sia l’azione sinergica con le partecipate che potrà servire a promuovere iniziative importantissime come ad esempio la raccolta differenziata, strumento di vivibilità e decoro”.

Ballarò Buskers è un festival internazionale che vedrà la partecipazione di artisti di strada provenienti da diverse parti del mondo – ha dichiarato l’assessore alla Cultura, Andrea Cusumano -. Abbiamo deciso di presentare quest’iniziativa all’interno del mercato perchè siamo convinti che si sposerà in maniera sinergica con la dimensione performativa e artistica di Ballarò. Così come sarà nel caso di Ballarò Tales, ovvero i racconti dei bambini e degli adulti di Ballarò, che lentamente verranno trasformati in storie popolari e murales, con il coordinamento di Igor Scalisi Palminteri e con l’aiuto e la collaborazione degli abitanti del quartiere. Questi artisti ci aiuteranno a promuovere il mercato, ma anche a rileggerlo. Per la sua genesi e la sua organizzazione fortemente radicata nel territorio, è un tipo di progetto che il Comune intende ripetere in futuro”.

“Siamo a ridosso dall’inizio del festival e speriamo che Palermo lo accolga e lo sposi con lo stesso entusiasmo che noi abbiamo messo per organizzarlo – dice Claudio Arestivo di Montivolti che fa parte di Sos Ballarò – l’obiettivo è quello di portare l’attenzione su Ballarò, di portare il mercato ai suoi antichi albori, dove il teatro di strada coincideva con la vendita dei prodotti alimentari all’interno del mercato. Rilanciare il mercato e il quartiere è il nostro obiettivo, l’impegno dimostrato dall’amministrazione e da parte delle partecipate per la riuscita di questo Festival è un buon segnale, speriamo che si continua su questa strada.”

PROGRAMMA

VENERDÌ 21 OTTOBRE 2016

Piazza Mediterraneo
ore 19: aperitivo con brindisi di apertura festival
concerto BANDA ALLE CIANCE (musica)
A seguire parata per le vie del quartiere con i tamburi di SAMBAZITA.
Ore 20.30: concerto ARS NOVA NAPOLI (musica)

Piazza Santa Chiara
Ore 21:00: Festa di presentazione BBF con: SALVO PIPARO, SIMONE ROMANÒ, TAMUNA

SABATO 22 OTTOBRE 2016

Piazza Mediterraneo
ore 16.00/18.00: CIRC’OPIFICIO LAB (con performance di Andrea Pelaez Gonzalez)
ore 18.30: JONATHAN MARQUIS (arte circense)
ore 19.30: PEPPINO MARABITA (arte circense)
ore 20.30: MR BANG (arte circense e clown)
ore 21.15: ANDREA PELAEZ GONZALEZ (arte circense)
ore 21.30: CARLO III (arte circense)

Piazza Schiera
ore 17.45: COMPAGNIA TEATRO E STORIA (teatro)
ore 19.00: TOBIA VACCARO & EGLE MAZZAMUTO (musica)
ore 19.45 ALESSIA SPATOLIATORE (teatro)
ore 20.35: PEPPINO MARABITA (arte circense)

Piazza Ballarò
ore 18.00: ARS NOVA NAPOLI (musica)
ore 18.45: MR BANG (arte circense)
ore 19.45: ANGELO DADDELLI & PICCIOTTI (musica)
ore 20.30: SIMONE ROMANÒ (arte circense)

Piazza Casa Professa
ore 17.45: SAMBAZITA (musica)
ore 18.15: LUCA TRESOLDI (arte circense)
ore 19.00: JONATHAN MARQUIS (arte circense)
ore 19.40: ACROBATIC YOGA(arte circense)
ore 20.15: LUCA TRESOLDI (arte circense)
ore 20.45: ARCI TAVOLA TONDA (festa abballu)
a seguire parata con SAMBAZITA fino a Piazza Santa Chiara

Piazza Santa Chiara
ore 22.00: VERY LITTLE CIRCUS (arte circense)
ore 23.00: PORTO SUD, MASSIMO LAGUARDIA, MAKARNA HAVASI (musica)

Giardino di Handala
ore 19 – 20.30
poeti vari con Francesca Picciurro
‘La cameriera di poesia’ con Claudia Fabris

DOMENICA 23 OTTOBRE 2016

ore 11:00 ANIMA BALLARÒ gli artisti adottano il mercato storico

Piazza Mediterraneo
ore 13:30: pranzo sociale con Midnight Sun e Claudia Fabris
ore 16.30/18.30: CIRC’OPIFICIO LAB (laboratori di discipline circensi)
ore 18.30: BANDA ALLE CIANCE (musica)
ore 19.00: SIMONE ROMANÒ (arte circense)
ore 19.45: ANDREA PELAEZ GONZALEZ (arte circense)

Piazza Schiera
ore 17.30: VERY LITTLE CIRCUS (arte circense)
ore 18.00: QUELLI DELLA ROSA GIALLA (musica)
ore 18.30: PAOLO BRANCATI E ROBERTO PEPOLI (teatro)
ore 19.15: DAVIDE CACIOLI (teatro)
ore 19.30: ANTONELLA SAMPINO E FABIO LO MEO (teatro)

Piazza Ballarò
ore 17.30: ARS NOVA NAPOLI (musica)
ore 18.00: LUCA TRESOLDI (arte circense)
ore 18.45: JONATHAN MARQUIS (arte circense)
ore 19.30: BILAS BROTHERS (musica)
ore 20.00: CARLO III (arte circense)

Piazza Casa Professa
ore 17.00: BANDA ALLE CIANCE (musica)
ore 17.45: PEPPINO MARABITA (arte circense)
ore 18.30: MR BANG (arte circense)
ore 19.15: MAKARNA HAVASI (musica)
a seguire parata con SAMBAZITA fino a Piazza Santa Chiara

Piazza Santa Chiara
ore 20.30: ANGELO DADDELLI & PICCIOTTI (musica)
ore 21.00: GALÀ
ore 22.30: concerto di chiusura con ARS NOVA NAPOLI (musica)

Giardino di Handala
ore 19 – 20.30
“Il Gattopardo raccontato dalle cameriere”, con Apertura a Strappo