Gianfranco Miccichè non ce la fa per un soffio. Sono 35 i voti che gli vengono assegnati a seconda votazione, soltanto uno in meno rispetto a quelli necessari per essere eletto. Il colpo di teatro va in scena alle 15,05 quando la seconda votazione era iniziata alle 14,18 . Dopo la fumata nera della prima votazione quando sarebbero stati necessari 47 voti (maggioranza qualificata)  per eleggere il Presidente dell’Ars e Gianfranco Miccichè ne ha ottenuti solo 33, a questo secondo turno ne sarebbero bastati 36 voti, ovvero la maggioranza assoluta, per scegliere il presidente ma ne è mancato appena uno.... Leggi tutto