La procura di Palermo sentirà la prossima settimana i genitori del bimbo di 8 anni di Terrasini  sbranato la settimana scorsa dal cane di famiglia, un rottweiler trovato sei mesi fa e portato in casa.

Il padre del bambino era stato già ascoltato nei giorni scorsi dai carabinieri e sarà risentito dai pm ma stavolta con un avvocato perchè indagato assieme alla moglie di lesioni colpose.

L’iscrizione nel registro degli indagati sarà formalmente fatta dopo la nomina del tutore per la vittima. Il reato di lesioni colpose – l’omessa vigilanza di animale – è stato depenalizzato ed è procedibile a querela di parte.

Per questo motivo serve la denuncia da parte del tutore. L’inchiesta è coordinata dall’aggiunto Maurizio Scalia e dal pm Rita Fulantelli. L’interrogatorio dovrebbe
consentire agli inquirenti di capire cosa sia accaduto e perchè l’animale che era nella cuccia si sia scagliato contro il bambino.