Sbloccati i pagamenti per il buono scuola, relativi alle annualità 2008/09-2009/10.

Il decreto, che ne stabilisce i criteri di ripartizione, è stato firmato ieri dal presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, su proposta dell’assessore regionale per l’Istruzione e la Formazione professionale, Mario Centorrino.

In particolare, si tratta di un contributo al pagamento delle rette scolastiche, per le scuole di ogni ordine e grado, sostenute dalle famiglie durante l’anno per ciascun figlio, pari a 260 euro con un massimo di 1.500 euro (il che implica un’utilizzazione del contributo quasi unicamente per gli iscritti negli istituti privati e paritari).

Gli uffici provvederanno immediatamente al riparto e alla tempestiva erogazione dei contributi alle famiglie.

Da una prima ricognizione, ammonterebbe a 24 milioni di euro la disponibilità delle risorse per gli esercizi finanziari pregressi. Le risorse disponibili consentiranno il pagamento delle annualità 2008/2009 e 2009/2010, nella misura del 75% degli impegni.

Inoltre, è stata già formalizzata la richiesta per un inserimento nel bilancio della Regione, al termine dell’esercizio finanziario provvisorio, pari a 15 milioni di euro.