Manca pochissimo a Capodanno ed è giunto il momento di pensare al menù per il cenone di San Silvestro.

Che sia a base di carne, di pesce o “mare e monti” per chi sceglie di far contenti tutti a tavola, non potranno mancare sicuramente alcune pietanze. Anche i siciliani si apprestano a festeggiare il passaggio dal vecchio al nuovo anno, portando a tavola alcune tradizionali ricette.

Tra i primi gli anelletti al forno, le lasagne al forno, le varie impanate di pesce e le zuppe a base di legumi. Tra questi spiccano le lenticchie, con il loro grande potere nutritivo e il loro significato “pecuniario”, associate quasi sempre al cotechino o allo zampone, per risaltare il significato di abbondanza, prosperità e gratificazione economica.

Presenti anche le crispelle di ricotta o acciughe, specialità della sicilia orientale, il baccalà fritto in pastella, lo sfincione, le sarde a beccafico, la caponata e l’insalata di arance. Non potranno poi mancare le sicilianissime scacciate, preferibilmente con tuma e acciughe o con cavolfiore e acciughe, o ancora con broccoli.

Frutto tipico del capodanno è il melograno. Proprio da questo nasce l’usanza del colore rosso (dei suoi chicchi), che simboleggia fedeltà e fecondità, molto utilizzato anche per l’abbigliamento del cenone, unito all’usanza di indossare biancheria intima rossa, per richiamare amore e fortuna.

Tra i dolci il buccellato, panettoni e pandori, cannoli, torroni e infine l’immancabile cassata. D’obbligo il brindisi con spumante, allo scoccare della mezzanotte.

LEGGI ANCHE LE REGOLE D’ORO PER IL BRINDISI E LO SPUMANTE

RICETTE DI CAPODANNO E NON SOLO

A TAVOLA VI CONCIAMO PER LE FESTE