Nel centrodestra siciliana, dopo giornate incandescenti scaturite dalla rottura fra Micciché e Musumeci, ora soffiano venti meno bollenti.

Berlusconi, proprio stamani in un’intervista a Il Giornale ha fatto intendere che “non c’è ragione” di immaginare una coalizione spaccata, mentre conversando con il Corriere della Sera, il commissario di Fi nell’Isola Gianfranco Micciché auspica “una coalizione larga, oserei dire senza limiti all’allargamento”.

Secondo l’ex ministro “il centrodestra unito batterebbe i grillini”, a occorre che  “il progetto politico comune per il buon governo della Sicilia deve prevalere rispetto ai personalismi. Dobbiamo dimostrare maturità e responsabilità. La Sicilia è in una situazione di disperazione e se finisse nella mani del ‘geometra’ Cancelleri sarebbe la fine. Altro che Roma, altro che Raggi, porterebbero l’isola al tracollo definitivo”.

Sulla possibilità che Silvio Berlusconi possa riaccogliere Angelino Alfano, “i mal di pancia ci sono e sono comprensibili. Ma per tornare competitivi e ottenere la vittoria del centrodestra bisogna guardare avanti. Cerchiamo di rimetterci assieme per salvare prima la Sicilia e poi il Paese”, dichiara Micciché. Quanto ad Alfano, “è chiaro che deve fare qualcosa per semplificare il quadro: uscire dal governo Crocetta è una delle condizioni”.

Micciché bolla come “cavolate” l’ipotesi che dietro all’accordo con Alfano ci sia un patto di non belligeranza per le elezioni politiche. “Si parla di Sicilia esattamente come Toti parlava di Liguria. Sono alleanze per le Regioni”.

Quanto a Musumeci, per Micciché  “è una risorsa credibile e autorevole per il centrodestra. I problemi sono i veti incrociati che i cittadini non comprendono. Oggi però mi preoccuperei di vincere”.

Domani il commissario di Fi si confronterà ad Arcore con Silvio Berlusconi sulla situazione candidatura per le Regionali.

 

Leggi anche: L’asse Alfano Miccichè spacca il centrodestra in Sicilia, Schifani: “Si torni a parlare con Musumeci”

Rottura fra Micciché e Musumeci, il centrodestra si divide anche nei commenti

ELEZIONI IN SICILIA ECCO IL SONDAGGIO 

MICCICHE’ ROMPE CON MUSUMECI

DIPLOMAZIE AL LAVORO PER RICUCIRE LO STRAPPO NEL CENTRODESTRA