Undici consiglieri su sedici hanno votato contro il progetto di realizzazione dell’impianto di compostaggio e centro di stoccaggio (discarica, comunemente intesa) in contrada Paterna a Terrasini, comune costiero nel Palermitano.

Ieri sera, nel corso della seduta convocata d’urgenza per discutere proprio del progetto della discarica, di cui il Consiglio comunale era all’oscuro fino a pochi giorni fa, è stata approvata la mozione che impegna il sindaco Giosuè Maniaci ad esprimersi negativamente domani mattina alla conferenza di servizi convocata all’assessorato regionale all’Energia.

La decisione sulla costruzione del centro di compostaggio dovrebbe infatti essere presa domani, in sede di conferenza di servizi, nel corso della quale gli enti interessati dovranno esprimersi sull’eventuale  il via libera. Al tavolo parteciperà il sindaco di Terrasini, Giosuè Maniaci e la consigliera del M5S, Eva Deak, su delega di un parlamentare nazionale del Movimento.

Nel corso della seduta, i consiglieri di opposizione hanno motivato il loro no alla discarica in particolare rivendicando la vocazione turistica del territorio di Terrasini.

Il primo cittadino Giosuè Maniaci, pur accentando la volontà politica del Consiglio comunale, ha espresso rammarico, parlando di “occasione persa”  perché “il progetto non prevedeva la costruzione di una discarica, ma ci avrebbe consentito di ottenere vantaggi con la differenziata”.