“I carabinieri ci hanno confermato che l’iter è stato compiuto ed è stata dichiarata la morte della signora Grazia Bruno sia dal medico curante che dal medico dell’azienda sanitaria. Domani mattina cercheremo di convincere i familiari che ormai la salma deve essere portata al cimitero per essere seppellita. Se ci saranno resistenze farò un’ordinanza per seppellire la donna d’ufficio”. Queste le parole del sindaco di Carini, Giuseppe Agrusa, per legge, massima autorità sanitaria nel territorio, sul caso della donna, dichiarata deceduta da sei giorni che i familiari però non vogliono però seppellire perché pensino si tratti di caso di morte apparente.

> GUARDA LE FOTO

> GUARDA IL VIDEO

Ma i familiari non vogliono sentire ragioni. “Non vogliamo seppellirla viva. Aspettiamo il medico legale della Procura . Sarà lui a doverci dire se nostra madre sia veramente morta. Al momento non ci sembra. Non c’è nessuna traccia di decomposizione. Nulla che faccia pensare alla morte. Qui non siamo pazzi”.

In particolare Francesco Passalacqua, figlio di Grazia Bruno, non si dà per vinto. Ma la donna secondo i medici, sarebbe morta in ambulanza durante il tragitto verso casa, dopo essere stata dimessa dalla clinica Torino in cui era ricoverata. La donna di 68 anni, malata terminale di un tumore al pancreas, era stata dimessa dai medici della struttura sanitaria palermitana il 6 febbraio scorso. L’anziana sarebbe spirata quella mattina alle 8,30, durante il percorso per raggiungere la sua abitazione di Fondo Cicala. La sua salma, è stata così sistemata nella bara, per la conseguente veglia funebre. Veglia che non si è mai interrotta da sei giorni.

La mancata sepoltura della salma ha messo in azione i carabinieri della stazione di Villagrazia di Carini che, ieri sera, per cercare di far rassegnare i familiari, hanno chiesto l’intervento del 118. Sul posto, il personale sanitario, in presenza del medico curante della donna, ha rifatto l’elettrocardiogramma sul suo corpo senza vita. Il tracciato era piatto. I figli, comunque ,non sarebbero intenzionati a cedere. Da giorni coprono la loro mamma con delle coperte e lasciano il climatizzatore con l’aria calda acceso. Sperano ancora che la loro madre possa risvegliarsi.