È nuovamente Claudio Fava il primo deputato ad arrivare a Palazzo dei Normanni come accaduto anche nei giorni dell’accoglienza. É lui l’uomo al quale la maggioranza tenterà di rivolgersi per recuperare il voto mancante per l’elezione di Gianfranco Micciché a presidente dell’assemblea a secondo turno vista l’assenza di Pippo Gennuso. Lui chiaramente di questo contatto non parla e non conferma ma si concentra sui 4 disegni di legge che ha già depositato.

Dietro di lui arriva il più chiacchierato dei deputati, Cateno De Luca. Indagato per evasione fiscale ma scarcerato é al centro della polemica con la magistratura di Messina che accusa di perseguitarlo essendo al 17esimo processo e contando già 15 assoluzioni.

Attesi i 20 deputati 5 stelle che arriveranno tutti insieme. Sono partiti da piazza Vigliena ovvero i quattro canti a piedi per una passeggiata insieme ai militanti che simboleggia il percorso dei cittadini vero l’Ars. A guidarli Giancarlo Cancelleri che oggi o piu probabilmente domani potrebbe diventare il secondo vice presidente dell’Assemblea.
“L’elezione di Micciché sarebbe uno scandalo – ha detto durante la passeggiata verso il Palazzo Cancelleri – noi faremo di tutto per evitarlo o quantomeno rinviare questa elezione. Siamo convinti che oggi sarà il Black friday di Gianfranco Miccichè”. Di seguito il video della passeggiata dei 5 Stelle:

Dopo arriva anche l’assessore Figuccia acconpagnato dalla famiglia. Ma l’attenzone é tutta per il Presidente Musumeci accompagnato dal suo vice Gaetano Armao che annuncia i passaggi istituzionali ma poi risponde a qualche domanda personale: “Certo che sono emozionato mai avrei pensato quando a 20 anno entrai per la prima volta in consiglio comunale a Militello Val di Catania che un giorno ci sarei tornato da Presidente della Regione come farò lunedi”.
Poi racconta un anedotto: “Stamattina mi ha chiamato mio compare alle prese che varie pratiche e mi ha detto: compare conosciamo nessuno alla Regione?”.
Poi Musumeci ha raccontato di aver sbagliato ingresso non essendo ancora abituato a usare quello dedicato al Presidente quindi si è congedato per andare a salutare presidente uscente e presidente di seduta. Oggi si limiterà a presentare la giunta al parlamento.

Alle 10.40 il deputato anziano Giorgio Assenza dichiara aperta la prima seduta. Segretari Genovese e Pagana quali deputati più giovani.

Dopo le formalità di rito e il giuramento la seduta è stata sospesa per la riunione della Commissione verifica poteri che deve dare il via libera a tutti i 70 deputati dopo aver verificato le carte.

Alla ripresa dell’aula è iniziata la prima votazione ma per giungere a una elezione sarebbero necessari 47 voti che Miccichè non ha e dunque si tratterà di una votazione pro forma in attesa della seconda nella quale si capirà su un avviso che ancora proprio non c’è.