Prima l’incontro formale con il Pd di ieri sera, loggi l’ufficilializzazione della candidatura con una investitura ufficiale fatta a taormina da Matteo renzi in persona che sopprima una delle presnetazioni del suo libro per avviare la campagna elettorale. Infine la formalizzazione dell’alleanza cpon Ap in una manifestazione pubblica domani.

E’ partita ufficialmente la campagna elettorale del rettore di Palermo Fabrizio Micari che da oggi è in ferie all’Università. Nessuna dimissione, Micari si lascia la porta aperta ben sapoendo che la corsa sarà difficile e l’elezioni tutt’altro che scontata.

Nel primo incontro con gli esponenti dei partiti di ieriu sera non c’era solo il Pa. presenti Antonio Rubino (PD), Dore Misuraca (Ap), Adriano Frinchi (Centristi per l’Europa) e Fabio Giambrone (Lista Territori) in rappresentanza della coalizione che sostiene la corsa del rettore di Palermo.

Al centro del vertice, che si è tenuto nella sede del Pd a Palermo, sono state le strategie da mettere in campo per la campagna elettorale. “E’ stato un incontro interlocutorio e organizzativo” dice chi c’era, organizzato alla vigilia della prima uscita pubblica di Micari a fianco del segretario dem Matteo Renzi, oggi a Taormina. Intanto, in via Bentivegna, è tornata a riunirsi la direzione regionale del Pd. Nel quartier generale dem, all’incontro con Micari, erano presenti anche gli assessori della giunta Crocetta, in quota Pd, da Bruno Marziano a Baldo Gucciardi passando per Antonello Cracolici, la capogruppo all’Ars Alice Anselmo, e i deputati regionali e nazionali del partito democratico.

Un passaggio, quello della presenza degli assessori, che si è potuto consumare senza conseguenza dopo che è stato raggiunto l’accordo con il presidente della regione sucente Rosario Crcoetta che pure non ha inviato nessuno a questo incontro. le liste del Megafono, però, saranno apparentate con Micari con pieno riconsocimento del Pd all’opera degli multimi cinque anni di governo di Crocetta.

Leggi anche:

Niente dimissioni nè sospensione, Micari si mette in ferie

Si spacca Ap, fuga verso l’Udc che intanto presenta le liste

Renzi in Sicilia per due giorni apre la campagna elettorale

Crocetta conferma il passo indietro, le tenzioni in casa AP

I Coraggiosi ora sostengono Micari e tornano nel centrosinistra

Appello di Micari a Fava ma la risposta non è confortante

Liste del Megafono in Sicilia ma anche a Roma per Camera e Senato e colleggio blindato alla camera per Crocetta, l’accordo raggiunto con Renzi

Navarra si ritira per favorire Fava, niente accordo con il Pd

Il centrodestra torna compatto, ecco il ticket a tre

Prime tensioni nel centrodestra riunito, salviniani e centristi scalciano

Dopo la riunificazione centrodestra vincente per tutti i sondaggi

ELEZIONI IN SICILIA, IL SONDAGGIO