“Appellarsi al voto disgiunto mi sembra un evidente sintomo di debolezza. Se non riesci a convincere gli elettori con le tue liste e la tua proposta politica dubito riuscirai a farlo agitando la paura dei barbari”. Lo afferma il coordinatore nazionale dei Centristi per l’Europa Gianpiero D’Alia, commentando gli appelli di Nello Musumeci e Giancarlo Cancelleri al voto disgiunto.

“La partita delle elezioni – continua D’Alia – non è chiusa come dimostra la grandissima percentuale di indecisi e astenuti rilevata da tutti gli istituti demoscopici seri e dunque mi aspetto che la coalizione che sostiene Fabrizio Micari lavori pancia a terra per la vittoria e lasci le alchimie politiche ai nostri avversari e alle ricostruzioni giornalistiche”.