“Ex province allo sbando, il governo di Rosario Crocetta e deputati dell’assemblea regionale hanno abbandonato le strade, scuole e dipendenti al loro destino”.

Lo dice il segretario del sindacato Csa Giuseppe Badagliacca. “La riunione tenutasi all’Assessorato delle Autonomie Locali, non era presente l’Assessore Lantieri, – aggiunge Badagliacca – con i rappresentanti delle “Ex Province”, che hanno rappresentato la drammatica situazione degli enti, si è chiusa con il  laconico “riferirò” del Direttore Generale Morale, che la dice lunga sulle prospettive degli enti di area vasta siciliani”.

Il Csa che aveva già denunciato l’insufficienza dei fondi stanziati in sede di finanziaria 2017, chiede adesso l’immediata convocazione e la predisposizione di un assestamento di bilancio necessario ad assicurare autonomia finanziaria a liberi Consorzi e Città Metropolitane.

“In assenza di riscontro prima della fine della legislatura – concludono il segretario regionale Badagliacca e il responsabile del settore Santino Paladino – questo Governo Regionale e i deputati dell’Ars si assumeranno la responsabilità del dissesto di scuole e strade e del disastro delle migliaia di famiglie dei dipendenti senza stipendio”.