Un’immagine grande, colorata, che emoziona e scuote le coscienze e che, date le proporzioni, non può essere ignorata dai passanti.

Gru, spray, vernici e pennelli alle mani: sono in corso i lavori degli street artist nisseni Rosk e Loste per la realizzazione del murales nella facciata dell’Istituto Nautico di Palermo, nella zona del porticciolo alla Cala. Il disegno ritrae Falcone e Borsellino nella complice posa conosciuta in tutto il mondo, simbolo ormai indiscusso della lotta alla mafia.

Una risposta morale repentina, forte e decisa, che arriva a poche ore dagli spiacevoli atti vandalici verificatisi in un istituto scolastico allo Zen, dove è stato fatto a pezzi un busto raffigurante il giudice e, successivamente, alla scuola Alcide De Gasperi, dove è stato bruciato uno striscione raffigurante i magistrati.

Il lavoro è stato promosso della sezione palermitana dell’Associazione Nazione Magistrati e da Inward, osservatorio che svolge attività di ricerca sull’arte e la creatività urbana con sede a Napoli e sarà terminato e inaugurato il 19 luglio, in occasione della ricorrenza dei 25 anni della strage di via D’Amelio.

Le foto sono già virali sui social, condivise da tantissimi utenti.