Il Direttivo nazionale Anfe ha accettato le dimissioni irrevocabili di Paolo Genco dalla carica di presidente e legale rappresentante dell’Anfe Sicilia. “Considerata l’urgente necessita’ di assicurare il regolare prosieguo delle attivita’ formative dell’Anfe regionale Sicilia – si legge in una nota dell’Ente – , nonche’ di garantire il diritto al lavoro del personale preposto alle attivita’ dell’Ente composto di circa 700 unita’ e il diritto allo studio degli allievi iscritti ai corsi, il Direttivo nazionale ha nominato un Commissario straordinario dell’Anfe Sicilia Costantino Garraffa”.

“Il Direttivo nazionale – prosegue la nota – e’ certo che Garraffa, data la sua levatura morale e culturale oltre che la consolidata esperienza e professionalita’, sapra’ dare risposta alle aspettative dei lavoratori, degli allievi e delle loro famiglie, in perfetta assonanza con gli obiettivi della Regione Siciliana e degli interventi dalla stessa posti in essere a favore della popolazione siciliana”.

Paolo Genco, che si è autosospeso, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza perché accusato di aver messo in piedi una gigantesca frode ai danni della stessa Anfe e della Regione siciliana.