Duecento lavoratori della Gesip, la società compartecipata del Comune di Palermo in crisi di liquidità, sono partiti ieri sera da Palermo e aspetteranno davanti a Palazzo Chigi oggi l’esito del tavolo tecnico per discutere del futuro dell’azienda che conta 1.805 dipendenti. Ieri sera sono stati quattro i pullman partiti da Palermo per raggiungere la Capitale.

Gli operai sono stati tutti ‘schedati’ dalla Digos e scortati fino all’uscita dell’autostrada Palermo-Catania”. A Roma saranno accolti dalle forze di polizia e scortati fino a Palazzo Chigi. “Siamo guardati a vista”, lamentano i dipendenti. Un altro gruppo di dipendenti, nel frattempo, continua l’occupazione della Cattedrale iniziata venerdì.