“Da circa una settimana, la questione delle nomine sta assumendo sulla stampa una rilevanza eccessiva. Voglio precisare che nè io, nè il mio governo ci strapperemo le vesti per quelle nomine”.

Dopo giorni trascorsi a imporre la sua volontà con uscite del tipo ‘Decido io’ il governatore Crocetta fa marcia indietro e cerca di spegnere la polemica sui giornali quasi dettando le prioritàd ell’informazione. “La legge attribuisce all’esecutivo le nomine negli enti e direttamente al presidente della Regione quelle delle Partecipate – dice il governatore – Tutto qui. Non c’è alcuno scontro. Per quel che mi riguarda è una normale discussione, che include anche la possibilità di non fare alcuna nomina, anche perché qualcuno c’è già in quegli enti”.

In fondo i suoi uomini il Presidente li ha già piazzati come lui stesso ricorda