Alla fine il gran rifiuto divenne ufficiale. Il presidente del Senato, Pietro Grasso, dopo un lungo colloquio col Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha annunciato di voler declinare la proposta giunta dagli organismi regionali e nazionali del Pd di candidarsi a Presidente della Regione Siciliana alle prossime elezioni. “Il mio impegno e il mio amore per la Sicilia non smetterà di esprimersi in ogni forma e in ogni sede anche nazionale, ma i miei doveri istituzionali attuali mi impongono di svolgere, finché necessario, il mio ruolo di presidente del Senato”.

“Nel corso del colloquio tra Grasso e Orlando – si legge in una nota diffusa dal portavoce del Presidente del Senato – sono state affrontate tutte le implicazioni politiche e istituzionali di tale scelta, soprattutto in relazione al delicato momento della Legislatura e ai prossimi impegni del Senato della Repubblica su temi importanti per il Paese quali ad esempio la Legge elettorale e la Legge di Bilancio”. “Dopo una lunga riflessione – conclude la nota – il presidente Grasso e il sindaco Orlando hanno quindi convenuto, stante le condizioni attuali, sulla impossibilità di proseguire sull’ipotesi di candidatura proposta dal Pd”

Un no quasi scontato quello del Presidente del Senato che BlogSicilia aveva ampiamente anticipato  nonostante il gossip rilanciato a più riprese dai crocettiani convinti di riuscire, così, a tirare per la giacca il Presidente del Senato.

Passa poco più di un’ora e il presidente della Regione rilancia la propria candidatura (leggi qui) ma subito frenato da Leoluca Orlando che parla ormai da nuovo leader del centrosinistra (leggi qui) mentre i renziani affidano la propria voce al Presidente regionale del Pd Giuseppe Bruno (leggi qui)