Con la Nona sinfonia in re minore e il Te Deum per soli, coro e orchestra di Joseph Anton Bruckner è stata inaugurata ieri sera la rassegna della Settimana di Musica Sacra nella fantastica cornice del Duomo di Monreale.
Il direttore Lior Shambadal ha diretto l’Orchestra Sinfonica Siciliana. Il Coro del Teatro Massimo è stato diretto dal maestro Mario Monti.

Con questo concerto prende il via una serie di appuntamenti che vedranno gli artisti esibirsi all’interno dei monumenti del circuito arabo-normanno riconosciuto dall’UNESCO. Oltre al Duomo monrealese saranno interessati dalla rassegna il Duomo di Cefalù, la Cattedrale di Palermo assieme al Castello della Zisa e al Palazzo della Cuba.
Alla prima è accorso un pubblico numeroso che ha fatto registrare il tutto esaurito al Duomo, mostrando di apprezzare l’esecuzione dei musicisti e dei cantanti.

Per l’occasione la prima fila ha visto la partecipazione di diverse personalità. Oltre al padrone di casa, l’Arcivescovo Michele Pennisi, e il sindaco di Monreale Piero Capizzi, presenti il vicepresidente dell’Assemblea Regionale Siciliana e Assessore al Bilancio Gaetano Armao, l’Assessore al Turismo Sandro Pappalardo, il Viceprefetto di Palermo, Maria Pedone, il Principe Bernardo Tortorici Montaperto di Raffadali, Presidente dell’Associazione Dimore Storiche Italiane.

Stasera lo stesso concerto verrà rappresentato al Duomo di Cefalù. Appuntamento alle ore 21,00. Al Duomo di Monreale invece si continuerà sempre questa sera con l’Ensemble giovanile dell’Orchestra Sinfonica Siciliana che proporrà ”The armed man: a mass for peace”, una Messa per la pace. A cantare diversi cori giovanili e di voci bianche provenienti da tutta la Sicilia.

Per la terza giornata della Settimana di musica sacra nel percorso arabo-normanno Unesco, invece giovedì 14 dicembre alle 21 Duomo di Monreale il concerto O Dulcis Virgo Maria, musica per contralto nel barocco sacro con Ignazio Maria Schifani, maestro al cembalo, Adriana Di Paola, contralto, Ensemble di musica antica “Alessandro Scarlatti” del Conservatorio di Palermo (Gabriele Pro, violino – Valeria Caponnetto, violino – Andrea Beatriz Lizarraga, viola – Alice Mirabella, violoncello – Michele Li Puma, contrabbasso). In programma musiche di Giovan BattistaPergolesi (1710-1736)  Salve Regina per alto, archi e continuo; Antonio Vivaldi (1678-1741) Concerto per archi e continuo – RV 110; Georg Friedrich Haendel (1685-1759) He was despised (dal Messiah) – HWV 56 ; Antonio Vivaldi (1678 – 1741) Concerto per archi e continuo – RV 120Stabat Mater per alto, archi e continuo – RV621.

Alla cattedrale di Palermo alle 21, l’Orchestra sinfonica Siciliana, diretta da Lior Shambadal, è in programma,  Anton Bruckner (1824-1896)  Sinfonia n. 9  in re minore.