La passione per legumi, semi e verdura entra poco a poco nelle cucine dei siciliani sostituendo la carne e il pesce. Una tendenza globale che riguarda anche il resto d’Italia e vari Paesi europei, finalizzata, oltre alla difesa degli animali, al mantenimento di uno stile di alimentazione salutare.

Catania, la città siciliana più green
Un sondaggio effettuato dall’associazione VegSicilia su un campione di siciliani la scorsa primavera, mostra che il 48% dei vegetariani e vegani intervistati vive a Catania. Seguono Palermo (17%), Siracusa (15%), Ragusa (7%), Messina (6%), Trapani (3%), Agrigento (2%), Enna e Caltanissetta (1%). Le iniziative nella regione, tra corsi di cucina e convegni, si moltiplicano. La produzione agricola locale, spiega l’associazione all’Ansa, si modifica in favore della nuova richiesta, coltivando ad esempio bacche di goji, avocado e zenzero, e le strutture ricettive si organizzano per accogliere clienti che non mangiano carne, pesce e, nel caso dei vegani, neppure uova e latticini.

I sapori della cucina vegana
Pur escludendo uova, latte e derivati, la cucina vegana non si limita a insipide insalate di verdure e minestroni. È ora possibile mangiare gustose pizze completamente vegane, con mozzarella di anacardi e salame di seitan, e primi piatti tipicamente a base di carne e pesce, come le lasagne con ragù di soia e il risotto alle alghe di mare. Polpette di amaranto, lenticchie e broccoletti con hummus di barbabietola, orzo con zucchine, olive e pomodorini, cavolfiori alla curcuma sono alcuni piatti sfiziosi da provare, ottimi per i vegani e altrettanto allettanti per i non vegani.

I piatti della cucina vegetariana
La scelta di piatti green, contrariamente alla visione comune, è piuttosto ampia, e si arricchisce di prodotti provenienti da ogni angolo del mondo, da imparare a cucinare o da ordinare a domicilio con Deliveroo. Basti pensare ad alcuni cibi indiani, dai samosa, involtini di pasta ripieni di patate, ai bhaji, verdure miste fritte in una pastella di ceci, ai curry di verdure. Per i vegetariani si moltiplicano le opzioni, con uova e formaggi con caglio vegetale a base di cardo o fico. Qualche esempio di piatti italiani da cui prendere spunto? Risotto con amaretti e zucca, cannelloni di ricotta e spinaci, gnocchi di riso con verdure, quiche di zucchine, omelette con salvia e yogurt, ma anche grandi classici come le trofei al pesto sono alcune delle possibilità per un vegetariano.

Il biologico fa bene alla salute
Vengo e vegetariano è bene, biologico è ancora meglio. È recente la notizia di un esperimento fatto su una famiglia da FederBio con ISDE-Medici per l’Ambiente, Legambiente, Lipu e WWF Italia per dimostrare l’importanza di mangiare cibi senza pesticidi. Le tracce di molti prodotti chimici usati in agricoltura si ritrovano purtroppo nel nostro corpo, con effetti dannosi per il nostro organismo. Ma mangiare per due settimane solo prodotti biologici permette di ridurre notevolmente i livelli di pesticidi nel sangue.