“Dopo la morte di Riina si apre una fase di transizione nell’organizzazione mafiosa: è ipotizzabile che ci saranno riunioni per ricostruire Cosa Nostra”.

Lo ha detto il Presidente del Senato e leader di Liberi e Uguali, Pietro Grasso, ospite a ‘Che tempo che fa’, su Rai 1.

Non abbiamo distrutto tutta la organizzazione che riesce ad avere spazio dove manca lo Stato, il lavoro e i diritti. Accanto all’antimafia della repressione – ha aggiunto – mi piace ricordare quella della prevenzione’.

Grasso ha, di fatto, parzialmente smentito l’interpretazione del Ministro della Giustizia che nega notizie circa una riorganizzazione verticistica anche se l’ultima operazione dei Carabinieri a san Lorenzo lascia pensare l’esatto contrario.

Il vuoto di comando in Cosa Nostra però esiste ed è forte tanto da far temere per l’effetto scarcerazioni. Sono tanti i fine pena da oggi al 2019 che creano preoccupazione nel questore di Palermo e non solo in lui. E un fine pena era anche la donna boss di Resuttana.

E intanto la figlia maggiore di Riina rilascia interviste descrivendo la latitanza del padre e rifiutandosi di prendere le distanza. L’ultima ieri sera in tv (GUARDA QUI)