Quarantacinque chilometri di documenti. Che l’Archivio di Stato non sia un luogo polveroso, uno scrigno da studiosi, lo sanno in pochi: ma Le Vie dei Tesori possiedono la particolarità di raccontare i siti, scoprendone i segreti. Capita così che si venga a sapere che nella sede della Catena – aperta con quella della Gancia sabato e domenica dalle 9 alle 12,15 e dalle 15 alle 18,15 – sia conservato il documento cartaceo più antico d’Europa, una lettera in greco e arabo del 1109 di Adelasia del Vasto, terza moglie di re Ruggero I.... Leggi tutto