Gli edili siciliani sciopereranno lunedì 18 dicembre per l’intera giornata e terranno una manifestazione a carattere regionale a Palermo con concentramento alle 9 a piazza Verdi e corteo fino alla sede dell’Ance, in via Volta.

La protesta è nell’ambito della giornata nazionale di mobilitazione proclamata da Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil per chiedere il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, per il quale le trattative sono in stallo da un anno, e iniziative per il rilancio dell’occupazione.

In Sicilia, in particolare, nell’ultimo anno l’edilizia ha registrato 11 mila occupati in meno (Istat terzo trimestre 2017 su terzo trimestre 2016). “E’ un settore in evidente crisi- scrivono in una nota i segretari regionali dei tre sindacati- e sono necessari interventi immediati anche al livello regionale per sbloccare la spesa e rilanciare i cantieri. La manifestazione di lunedì- sottolineano- è mirata pure, dunque, a sollecitare alle istituzioni un’attenzione forte nei confronti di questo settore”. Alla fine del corteo, davanti la sede dell’Associazione dei costruttori, sono previsti i comizi di Franco Tarantino (Fillea Sicilia ), Claudio Barone (Uil Sicilia), Stefano Macale.