Il Gip ha rigettato la richiesta di revoca degli arresti domiciliari del deputato regionale di Ap e candidato sindaco di Trapani Girolamo Fazio, indagato per corruzione nell’ambito dell’inchiesta sull’armatore Ettore Morace.

Nonostante il parere favorevole della Procura dunque il politico resterà ai domiciliari. Morace, che era stato arrestato, ma si è dimesso da tutti gli incarichi societari, ha avuto gli arresti domiciliari per venir meno delle esigenze cautelari.

Le posizioni dei due coindagati, però, si sono divise. Morace resta indagato a Palermo, l’inchiesta su Fazio, invece, è stata trasmessa a Trapani perché le ipotesi di corruzione sarebbero state commesse lì. Nell’indagine che ruota attorno all’armatore, capace, secondo gli inquirenti, di condizionare la politica regionale e nazionale sui trasporti marittimi, sono coinvolti anche l’ex sottosegretario ai Trasporti Simona Vicari e il governatore siciliano Rosario Crocetta. Entrambi sono indagati per corruzione.

La scelta di confermare i domiciliari è in controtendenza rispetto a tutte le altre assunte dal Gip in questa inchiesta. Proprio ieri, infatti, è stato scarcwerato anche Ettore Morace, l’armatoreil cui ruolo è snodo essenziale dell’inchiesta. Ma Fazio ha fatto sapere che continuerà comunque la sua campagna elettorale.

“I candidati delle liste che sostengono “Fazio sindaco” confermano la loro fiducia in Mimmo Fazio – si legge in una nota ufficiale – e rinsaldano la loro partecipazione alla campagna elettorale per il consiglio comunale e per la corsa alla sindacatura”.

“I tempi si allungano ancora, in attesa dell’interrogatorio di Mimmo Fazio innanzi al GIP; ma la convinzione che Fazio chiarirà la sua posizione e l’impegno dei candidati non vengono meno. L’inaspettata decisione dei giudici – continua la nota – nel merito della quale non entriamo per quel rispetto istituzionale che proprio Fazio ci chiederebbe per primo, rafforza in tutti noi il convincimento che è necessario un supplemento di vigore politico per far comprendere la solidità del programma amministrativo che candidati delle liste e candidato sindaco avevano immaginato insieme per rilanciare la città di Trapani, per restituirle la dignità sottrattale da trascuratezza e abbandono”.

Ieri sera amici, elettori e simpatizzanti che avevano affollato il comitato di via Viriglio per una ordinaria riunione politico elettorale hanno appreso la notizia “con iniziale mestizia, ma con altrettanta energia e con applausi hanno salutato gli interventi dei candidati che con forza hanno ribadito che non lasceranno il campo del confronto democratico e che sosterranno fino alla fine la proposta amministrativa ed il candidato Mimmo Fazio. La conclusione dell’incontro è stata uno spontaneo passa parola tra i candidati ed i sostenitori: io ci sono. Noi ci siamo con l’amore di sempre, con più forza di prima”.