È stato inaugurato ieri sera il Centro Internazionale di Fotografia della Città di Palermo, diretto da Letizia Battaglia.
Il Centro che ha sede presso il padiglione 18 dei Cantieri Culturali alla Zisa, riprogettato dall’architetto Antonietta Iolanda Lima che ha donato il progetto all’Amministrazione comunale, è uno spazio di circa 600 metri quadrati, suddiviso in diverse sale espositive, che ospiterà oltre a mostre, progetti ed eventi che si susseguiranno in modo intenso.
Il Centro si propone come una realtà culturale dinamica nella quale potranno agire, in sintonia, esperienze e saperi diversi, in cui all’azione fotografica potranno relazionarsi discipline artistiche diverse, quali la poesia, la musica, la danza, il teatro e le arti visive.

Le coperture, la ripavimentazione, l’installazione dei tramezzi e di tutto l’allestimento degli spazi espositivi sono stati realizzati interamente dalle maestranze comunali del COIME, mentre l”azienda AMG Energia ha realizzato gli impianti.
“Un classico esempio – ha detto l’Assessore alle infrastrutture Emilio Arcuri – di buone pratiche nel governo della cosa pubblica e nell’utilizzo dei beni comunali che divengono parte e strumento del percorso di crescita culturale e sociale della città.”

“Si apre nel modo migliore questo percorso – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura, Andrea Cusumano – avviato con Letizia ed i suoi collaboratori. Con questo progetto dell’Amministrazione comunale apre per la prima volta in città uno spazio intermente dedicato all’archiviazione, ricerca ed esposizione dell’arte fotografica della città e di tutti i suoi grandi talenti, ma anche con una importante visione e rete internazionale.”

“L’apertura di oggi – ha detto il sindaco Leoluca Orlando – è l’avvio di uno straordinario progetto culturale dell’amministrazione comunale. Un giusto tributo a Letizia Battaglia, per la realizzazione del quale tutti si sono impegnati in prima persona per il recupero concreto della struttura dei Cantieri culturali. La straordinaria partecipazione dimostra lo straordinario affetto dei palermitani per Letizia Battaglia, per la sua storia, per la storia di Palermo, Capitale italiana della Cultura.”

Il programma del Centro, molto ricco e articolato, prevede sia l’organizzazione di esposizioni fotografiche, personali e collettive, dei protagonisti del panorama nazionale e internazionale, sia una serie di workshop, che fanno del Centro un luogo di aggregazione e di incontro, per la costruzione di un pensiero culturale contemporaneo.
Le prime mostre in programma al Centro Internazionale di Fotografia saranno:
“Io sono persona”, esposizione a cura di Giovanna Calvenzi, Kitti Bolognesi e Marta Posani.
“Isaac Julien – The Leopard“, esposizione a cura di Paolo Falcone.
“Fotografi per Palermo”, più di 150 fotografie donate al Centro Internazionale di Fotografia da fotografi siciliani e nazionali, che sono esposte, per la prima volta, nel contesto per le quali furono pensate.

Di grande rilievo culturale sarà la costruzione di un archivio fotografico della città di Palermo, per il quale viene rivolto un appello a tutti i fotografi del mondo che hanno fotografato Palermo e a tutte le famiglie palermitane, la donazione di fotografie – storiche e contemporanee – della vita della città in loro possesso, per costruire e ricostruire una memoria storica collettiva.

Nel mese di Dicembre saranno, inoltre, inaugurate le mostre:
“Women photografh women”, esposizione a cura di Melissa Harris.
“Segreto”, esposizione a cura di Letizia Battaglia.