Venerdì 5 gennaio, data in cui ricorre il compleanno di Peppino Impastato, si terrà la presentazione del progetto: “100 PASSI MEDIANETWORK” (ore 10, Circolo musica e cultura – Radio 100 passi Via Carducci 8, Palermo).

100 PASSI MediaNetwork nasce da un idea di Rete 100 passi che fin dalla sua costituzione pensava che uno dei passi da fare per proseguire ai giorni nostri il percorso interrotto da Peppino Impastato dovesse essere la costituzione di una rete informativa che coinvolgendo media sparsi in tutta Italia potesse dare voce a persone e tematiche che poco spazio hanno negli organi d’informazione tradizionale.

“Oggi – dicono i promotori -dopo la nascita di Radio 100 passi, 100 passi tv e 100 passi journal, sempre il 5 gennaio, crediamo sia arrivato il momento di fare il nuovo passo”.

Le prime ad essere state coinvolte nel progetto sono le già esistente “Radio 100 passi community” nate in questi anni in tutta Italia e non solo.

A 100 passi medianetwork, possono aderire: radio, tv, giornali, blog, singoli giornalisti che inviando notizie vogliano partecipare alla rete informativa e alla diffusione della cultura della legalità.
Tra i giornalisti hanno già dato la loro disponibilità: Federica Angeli, Lirio Abate, Fabrizio Feo, Paolo Borrometi, Giuseppe Lo Bianco, Petra Reski, Salvo Palazzolo, Giuseppe Pipitone, Enrico Bellavia, Riccardo Orioles, tutti profondi conoscitori dei fenomeni mafiosi.

Con loro: Ennio Remondino che ci aiuterà a seguirli all’estero, Fulvio Abate con la sua sagacia e l’ironico Vauro.
Tra le tante radio ne citiamo solo alcune che con Radio 100 passi sono impegnate a contrastare le mafie: Radio Siani che si occupa di contrasto alla camorra, Radio nessun dorma che in Calabria svolge attività contro la Ndrangheta, Radio Kreattiva che in Puglia è impegnata contro la sacra corona unita e Radio impegno che da Roma trasmette la notte per scongiurare gli atti vandalici alla propria sede.

Il Network non si limiterà solo alla diffusione di notizie. Coinvolgendo associazioni e circoli intende diventare anche una struttura che possa circuitare idee e iniziative.

Al battesimo di 100 passi mediaNetwork partirà anche l’omonimo portale che conterrà: gli articoli, i video, i racconti dai territori, i contributi multimediali degli aderenti e il canale radiofonico che in apposite fasce orarie metterà in rete le trasmissioni dei partecipanti.

100 passi medianetwork non è né alternativo, né in competizione con altri network, è un progetto nuovo che mettendo insieme media, associazioni, mondo del volontariato in una Community multimediale guarda alla nascita di un polo informativo unico nel suo genere.