“Le diplomazie sono al lavoro”. Nelle segreterie di un centrodestra in subbuglio si adopera terminologia da crisi per cercare di stemperare un clima che tuttavia è meno incandescente di venerdì scorso quando il commissario di Forza Italia, Gianfranco Miccichè ha notificato alle agenzie la rottura con Nello Musumeci e il proseguo del dialogo con Angelino Alfano.

Per evitare la spaccatura definitiva pare sia intervenuto Silvio Berlusconi. Il Cav. – come ricostruisce il Corriere –  avrebbe chiamato il suo uomo in Sicilia per capire cosa stia accadendo e se esistono i margini di un recupero nelle trattative. Pare di sì. L’ex presidente del Consiglio non vuole scontentare nessuno e anche se recentemente ha dichiarato che il voto siciliano va circoscritto ai confini dell’Isola, ai fedelissimi avrebbe confidato che l’elezione del governatore di Sicilia potrebbe avere degli effetti anche sulle Politiche 2018.

Ad auspicare l’intervento del Cav era stato da subito Stefano Parisi e poi il senatore Maurizio Sacconi di Energie per l’Italia: “Solo Berlusconi può a questo punto evitare il ripetersi del suicidio del centrodestra in Sicilia. Nello Musumeci è l’unico candidato che si è esposto coraggiosamente perché unisce carattere ed onestà, non ha posto veti verso alcun potenziale alleato, può battere il movimento 5S”.

Anche da Forza Italia arrivano però segnali di distensione e si predica unità: “I siciliani non ci perdonerebbero l’errore di un centrodestra diviso alle elezioni regionali. La nota con la quale Nello Musumeci ribadisce la necessità di una coerenza del progetto politico, alternativo a Pd e Cinquestelle, l’onesta’ e la concretezza dell’azione di governo, non può non essere oggetto di una riflessione approfondita”, dichiara il senatore Francesco Scoma, vice commissario di Forza Italia in Sicilia a cui fa eco Stefania Prestigiacomo ricordando il modello adoperato dal centrodestra per vincere il Liguria.

Qualcosa, forse, si saprà oggi in questa domenica agostana in cui la Sicilia brucia per le temperature elevatissime.

Leggi anche: L’asse Alfano Miccichè spacca il centrodestra in Sicilia, Schifani: “Si torni a parlare con Musumeci”

Rottura fra Micciché e Musumeci, il centrodestra si divide anche nei commenti

ELEZIONI IN SICILIA ECCO IL SONDAGGIO 

MICCICHE’ ROMPE CON MUSUMECI