Nel corso dell’operazione Dirty Cars condotta dalla polizia stradale e agenti del commissariato Brancaccio sono state sequestrate l’officina di Giuseppe Di Maria che si trova a Brancaccio in via Corleone a Palermo.

Una sede centrale con diversi box nella zona dove si smontavano le auto e le moto rubate. Sono state trovati diversi pezzi di carrozzerie a parti di auto.

Nell’officina sono state trovate anche decine di stecche di sigarette e anche un carro attrezzi risultato rubato. Nel corso dell’operazione oltre a Giuseppe Di Maria sono finiti in carcere Tommaso Tutone, di 39 anni e Rocco Tutone di 39 anni.

Ai domiciliari sono finiti Pietro Di Mariano, 25 anni, Rosario Di Mariano, 45 anni, Aldo Naso, 44 anni e Salvatore Tutone, 63 anni. I provvedimenti sono stati emessi dal gip del Tribunale di Palermo.

Nel corso delle indagini è finita anche un’associazione onlus che si occupa di trasporto dei disabili. All’associazione sono stati sequestrati tre mezzi.