Scoppia la polemica sulla pagina Facebook dedicata al latitante Matteo Messina Denaro. E’ aperta dal 2012 ed è seguita da 1189 seguaci che leggono i tantissimi post pubblicati da chi ha aperto la pagina.

Ci sono post recentissimi sul Capodanno con tanto di commenti “Padrino siete un grande e io ho sparato i fuochi in vostro onore un abbraccio e buon anno 2016 e libertà assoluta e per sempre”.

Per chiudere la pagina c’è chi si è rivolto alla magistratura come l’imprenditrice antiracket di  Castelvetrano Elena Ferraro. La donna parla di sconcerto e tristezza nel vedere una pagina Facebook inneggiare al boss latitante.