“Nonostante gli sforzi mediatici, appare evidente che il Movimento 5 Stelle continua a essere disunito, correntizio e dai contorni indefiniti. Il tentativo di fare apparire Cancelleri come l’uomo nuovo, l’uomo del dopo Nuti & C. è oggettivamente patetico. Da cinque anni a questa parte non è cambiato proprio nulla. Stesse facce, stesse contrapposizioni”.

Così Carmelo Miceli, segretario provinciale del Pd di Palermo. “Piuttosto – continua -, Giancarlo Cancelleri integri la confusionale narrazione mediatica da candidato del M5S alla presidenza della Regione siciliana rivelando innanzitutto, qualora dovessero esistere, chi sono i clienti della Casaleggio Associati che operano e hanno operato in Sicilia, ovvero hanno o hanno avuto rapporti con la Regione. E chiarisca, inoltre, i suoi rapporti con l’azienda privata che di fatto ‘guida’ il Movimento, rendendo pubblici eventuali contratti o scritture che lo vincolerebbero all’azienda di Casaleggio. Trasparenza e onestà – conclude Miceli -, sempre”.