“Leggo ipotesi fantasiose da parte del mio amico Sgarbi a cui va la mia simpatia e il mio sostegno morale per le sue tante iniziative. Sono impossibilitato a votare, altrimenti lo voterei. Consiglierò il voto disgiunto: Sgarbi presidente e lista Cantiere popolare”. Lo afferma in una nota l’ex presidente della Regione siciliana Totò Cuffaro.

“Come più volte ribadito – sottolinea – non faccio politica né organizzo liste. Resto un uomo di centro che crede nei valori del popolarismo liberale e i miei tanti amici che ancora fanno politica prediligono come me questa parte del campo”. “Mi auguro – conclude Cuffaro – che la Sicilia possa avere presto un governo all’altezza dei problemi che la attanagliano: speravo potesse essere guidato dal professore Lagalla e sostenuto dal mio amico di sempre Saverio Romano, ma cosi non è stato. Godranno comunque sempre del mio affetto, del mio sostegno e della mia amicizia”.

Leggi anche: Elezioni Sicilia ecco il sondaggio: bocciato Crocetta, è partita tra Cancelleri e Musumeci