Il decreto del ministro Lorenzin sull’appropriatezza prescrittiva determinerà – almeno lo scopo è questo- dei tagli nella spesa sanitaria.

Contro il decreto sono le associazioni che compongono il Forum del Terzo Settore della Sicilia che ne hanno chiesto la sospensione con una lettera inviata all’assessore regionale alla Salute, Gucciardi, ed al governatore Crocetta.

Nella missiva viene sotto posta “la richiesta, alla stregua di ciò che è stato fatto in altre regioni italiane, in ultimo la regione Veneto, di sospendere l’applicazione del decreto Lorenzin sulle indicazioni di appropriatezza prescrittiva (G.U. n° 15 -del 20.01.2016) in attesa che siano diramati più puntuali chiarimenti in ordine alla concreta attuazione.
La norma, così come pubblicata in Gazzetta, inciderà inevitabilmente sulla salute psichica e fisica dei cittadini siciliani, acuendo le discriminazioni sociali ed economiche in tema di salute.

Un taglio di prestazioni così importanti – si legge nella lettera – oltretutto prefigurando assurde sanzioni per chi non
adeguarà le proprie prescrizioni oltre ad incrinare irrimediabilmente il rapporto fiduciario medico-paziente rappresenterà la fine della medicina preventiva.
Oggi si tratta di decidere se vogliamo o meno che la Sicilia si trasformi in una Regione dove solo chi ha i mezzi economici potrà curarsi.
Ciò che Le chiediamo è un atto di coraggio, un atto di giustizia verso i siciliani, in particolar modo di quelli più deboli e a rischio di esclusione sociale: dia disposizione affinchè l’applicazione del decreto in oggetto sia sospesa”.