Beni per un valore di circa 300 mila euro sono stati sequestrati dai carabinieri che hanno dato esecuzione al decreto emesso dal Tribunale di Palermo-Sezione Misure di Prevenzione, nei confronti di Castrense Balsano di 39 anni, originario di Monreale.

La misura è derivata dagli accertamenti patrimoniali effettuati dai Carabinieri di Monreale, su richiesta della Procura della Repubblica di Palermo. Il Tribunale, sulla base di un processo indiziario presunto dalle indagini, nonchè sulla base della sproporzione tra i redditi dichiarati ed il patrimonio immobiliare posseduto da Balsano, ha disposto il sequestro di 9 locali cantinati per un valore complessivo di circa 300 mila euro.

L’attività è seguita all’arresto del padre di Balsano, Giuseppe, catturato dai Carabinieri il 21 maggio del 2002, durante l’operazione ‘Monreale’. Giuseppe Balsano ex capo della famiglia mafiosa di Monreale è morto suicida nel 2005 presso la Casa Circondariale di Novara dove stava scontando la pena dell’ergastolo in regime di carcere duro.