E’ una vile e inquietante aggressione quella che stamani è stata messa in atto da delinquenti nei confronti del consigliere M5S Francesco D’Anna”.

Inizia così la nota diffusa dal sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque che esprime tutta la sua solidarietà e vicinanza nei confronti del rappresentante del Consiglio comunale che “stamani, intorno alle 7.30 è stato violentemente malmenato da ignoti che stavano cercando di rubare rame”.

Il consigliere avvistati i due che, fermi con un furgone bianco proprio nella zona in cui abita, sulla litoranea Mongerbino, bruciavano cavi e plastica per poterne rubare il rame, gli ha intimato di smetterla annunciando che avrebbe chiamato le forze dell’ordine.

“I malviventi – continua Cinque – si sono quindi accaniti sul consigliere con pugni in faccia procurandogli contusioni ad uno zigomo”.
Francesco D’Anna si è recato al Pronto Soccorso del Buccheri La Ferla con la moglie, il sindaco Cinque e l’assessore Maggiore. La vittima è già stata sottoposta ad una tac.

“Auguro a Francesco una pronta guarigione e sono certo che questo gesto non lo farà indietreggiare neanche di un passo nell’essere esempio di legalità – aggiunge il sindaco – episodi come questi ci spronano ancora di più a combattere ogni forma di illegalità e ad essere vigili”.

Alla solidarietà di Sindaco e Giunta si uniscono anche la Presidente del Consiglio comunale, Claudia Clemente a nome suo e di tutto il Consiglio comunale ed il presidente circoscrizionale facente funzione Andrea Sciortino.
“L’episodio della violenta aggressione a Francesco è allarmante, ed è forte la richiesta agli inquirenti di individuare i responsabili” – dice la presidente Clemente – al consigliere gli auguri di una pronta guarigione”.

“Si è trattato di un episodio sconcertante che denuncia ancora una volta la necessità di un’attenzione sul territorio costante – dichiara il presidente f.f. Sciortino – al consigliere D’Anna tutta la mia solidarietà e vicinanza”.
Le Forze dell’Ordine stanno indagando e sono alla ricerca del furgone bianco e dei due aggressori. Al consigliere D’Anna la solidarietà anche dell’ufficio stampa del Comune di Bagheria e di tutti i dipendenti comunali.