“Altro che rottamazione e taglio agli sprechi. Con il 2018 la casta toglie di mezzo qualsiasi laccio e lacciuolo, prende a schiaffi il Paese reale e ricomincia a fare come se nulla fosse accaduto in questi anni. Sono saltati i tetti a 240 mila euro per gli stipendi di Camera e Senato, mentre malgrado la forte pressione del M5S, il Pd alla fine ha affossato la legge sul taglio dei vitalizi che pure arrivava da un esponente dem”. Lo ha dichiarato in una nota la deputata M5S Laura Castelli.

“Noi – ha aggiunto – ci siamo ridotti gli emolumenti e abbiamo rinunciato ai fondi pubblici. Una volta al governo porremo
finalmente un argine a questo scandalo: lo faremo per rispetto dei cittadini e per ridare dignità alla stessa politica”.