“Per me se il candidato dovesse essere politico, fermo restando che sono tutte rispettabilissime le altre candidature, dovrebbe essere Faraone”. Lo dice il leader di Sicilia Futura Toto Cardinale, riferendosi al nodo delle candidature alla carica di governatore in Sicilia del centrosinistra, in vista delle regionali di novembre.

“Stiamo lavorando al miglior candidato possibile della coalizione con il Pd e Orlando – prosegue -. C’è chi sostiene che per sollecitare altri consensi bisogna andare verso la candidatura di un laico, chi, invece, che deve essere un politico: sono entrambe posizioni rispettabilissime. Ma serve una sintesi”.

Riferendosi al nodo delle alleanze con i centristi per l’Europa e quelli di Ap, Cardinale ha affermato: “Con il centro non abbiamo mai perso i contatti. Non ci sono posizioni univoche, c’è una discussione aperta. Spero che capiscano che andare con il centrodestra equivale a rinnegare quanto fatto finora”.

Infine, sull’ipotesi primarie per la scelta del candidato, il leader di Sicilia Futura è convinto che “il tempo è scaduto a maggio”.