I rianimatori del 118 hanno fatto di tutto per salvarlo. Un ragazzo di Misilmeri di 19 anni, M.S., promettente ballerino, ha tentato di togliersi la vita, impiccandosi.

Il giovane aveva davanti a sé una carriera spalancata e rientrava tra il corpo di ballo del paese di Misilmeri che tanto successo ha avuto in giro per il mondo.

Una tragedia per la famiglia, molto nota in paese. Una lite con la fidanzata, a quanto pare, ha fatto scattare la decisione terribile di farla finita.

Il ragazzo è entrato in bagno e si è impiccato con una corda. A scoprirlo è stato il padre, che ha fatto irruzione nel bagno dopo che da alcuni minuti non aveva notizie del figlio.

A Misilmeri si sono riversate in casa della famiglia almeno 500 persone. I carabinieri a stento sono riusciti a bloccarne l’ingresso e a consentire alla dottoressa Maria Cammareri di praticare le prime manovre per cercare di rianimare il giovane.

L’operazione è stata completata dallo specialista in rianimazione del 118 Marco Palmeri, che ha fatto battere di nuovo il cuore del giovane.

Le condizioni, secondo i medici, restano gravissime. Per molto minuti il cervello non ha ricevuto ossigeno. Distrutta la vita della famiglia di Misilmeri. Il papà e la mamma sono sgomenti. Misilmeri si è stretta attorno alla famiglia della più nota friggitoria del paese.

Il ragazzo si trova ricoverato alla seconda Rianimazione dell’ospedale Civico di Palermo.