Tre piazze piene, tre stili, tre tipi di musica ma tutti per salutare il nuovo anno. Nelle immagini vi proponiamo il ‘neomelodico’  la piazza Giulio Cesare, ovvero la stazione centrale di Palermo che ha ospitato Nino D’Angelo salito in realtà sul palco solo alle 23,30 preceduto da Gino Carista, la Lab orchestra e Giacomo civiletti, serata presentata da Massimo Minutella .

In piazza Politeama, invece, dopo una video proiezione del discorso del Presidente della repubblica  lo show affidato al Jazz worker Randisi quartet e alla comicità di Roberto Lipari. Poi è toccato alla band palermitana Feelgood, quindi Morgan e infine Luca Carboni per il brindisi di mezzanotte.

La terza piazza è stata quella del teatro Massimo, piazza Verdi, dove è stato montato un maxi schermo per proiettare opere e balletti: dalla Nona Sinfonia di Beethoven a “Lo schiaccianoci”, dal concerto “Tempo di gospel” a quello di Capodanno 2016. Il teatro, poi, è stato aperto fino alle 2 del mattino per consentire visite notturne a palermitani e turisti.
Oggi il teatro torna alla sua vocazione naturale con il concerto di capodanno a partire dalle 18,30. L’anno nuovo è entrato ma la festa non è ancora finita. Non sono mancati, però, nonostante i divieti, i tradizionali botti e, purtroppo, i tanti feriti (leggi qui)