Numerose iniziative, eventi istituzionali, festival dell’Ingegno, Graduation day, Olimpiadi per gli studenti.
E ancora, “L’Universita’ e’ di moda”, un evento nell’ambito dello spettacolo e della cultura, in collaborazione con Confcommercio.

Sono solo alcune delle manifestazioni di #UniPa2017, presentate stamattina, allo Steri, dal rettore dell’Universita’ di Palermo, Fabrizio Micari, insieme al sindaco Leoluca Orlando, nell’ambito di Palermo Citta’ Universitaria e Palermo Capitale Italiana dei Giovani.

“#UniPa2017 ed e’ il nuovo logo dell’Universita’, con cui l’Ateneo mira ad avvicinarsi ancora con piu’ forza agli studenti”, ha detto il rettore.

I colori dell’hashtag rappresentano le cinque Scuole (dorato: Scienze Umane e Patrimonio Culturale; azzurro: Scienze Giuridiche ed Economico Sociali; verde: Scienze di base e Applicate; viola: Politecnica; rosso: Medicina e Chirurgia) quale confluenza di saperi finalizzati al raggiungimento di un’offerta organica, completa e strutturata.

Nell’ambito delle iniziative spiccano Welcome Week, il tradizionale appuntamento organizzato dal COT UniPa con gli studenti, le loro famiglie, e gli insegnanti delle Scuole Secondarie di 2° grado per orientarli nella scelta del percorso
universitario, per presentare l’offerta formativa e i servizi messi a disposizione degli studenti. C’e’ poi Graduation Day, la giornata nata per festeggiare i laureati magistrali nei luoghi piu’ importanti e suggestivi della citta’, che nelle prime due edizioni ha visto una vasta e vivace partecipazione.

E ancora, Olimpiadi UniPa, l’iniziativa in cui le squadre composte dagli studenti delle varie Scuole si sfidano per promuovere e partecipare alla pratica di un’attivita’ sportiva alla portata di tutti.

“Tra aprile e maggio, poi, contiamo di aprire la Sala delle Verifiche, nell’ambito della promozione dello Steri come Polo
espositivo di Palermo Citta’ Universitaria con l’inaugurazione di una mostra di Caravaggio, momento importante non solo dal punto di vista artistico ma anche come testimonianza del ruolo mediterraneo della Sicilia e della sua committenza tra ‘500 e ‘600”, ha sottolineato il rettore Micari.

Nell’ambito del Sistema museale di Ateneo “la novita’ consiste nella creazione di un’unica struttura, autonoma dai Dipartimenti, articolata in musei tematici e collezioni di interesse scientifico e didattico”. Lo ha sottolineato il rettore.

Tra gli eventi previsti ci sono “Marina di libri”, il festival del libro di Palermo, Le Vie dei Tesori e
altri eventi in collaborazione con il Fai.
Per la promozione della “Tutela della salute” e’ previsto “Policlinico 2020”, il completamento dei lavori dell’ospedale e la seconda fase del progetto per valorizzare le eccellenze, puntare sulla ricerca e stabilire tutte le possibili e utili interazioni con le altre strutture cittadine e le imprese del settore in uno spirito di razionalizzazione e contenimento dei costi.

Novita’ di quest’anno e’ “L’Universita’ e’ di moda”, un evento nell’ambito dello spettacolo, della moda e della cultura, in collaborazione Confcommercio, con l’obiettivo di coinvolgere gli studenti valorizzando il “made in Sicily”, portando alla luce le particolarita’, i talenti e le professionalita’. Spazio anche al “Festival dell’Ingegno”, il concorso idee e opportunita’ per gli studenti talentuosi dai 18 ai 36 anni che vogliono trasformare intuizioni e studi originali in soluzioni concrete e utili per le diverse realta’ aziendali pubbliche e private del territorio e per il miglioramento della qualita’ della vita a Palermo.

“Per avvicinare gli studenti al mondo del lavoro c’e’ poi Career Day, l’iniziativa rivolta ai laureati di tutti i corsi di studio che avranno l’opportunita’ di entrare in contatto con i manager e i responsabili di numerose aziende locali e nazionali, prendere parte alle presentazioni aziendali e sostenere colloqui di lavoro”, ha spiegato il rettore.

Proseguira’, poi, l’impegno dell’Incubatore di impresa UniPa, gestito dal Consorzio Arca con l’obiettivo di promuovere la diffusione della cultura imprenditoriale tra i giovani, la nascita e lo sviluppo di iniziative imprenditoriali che valorizzino i risultati della ricerca conseguiti in Ateneo e di favorire l’innovazione ed il trasferimento tecnologico verso il sistema produttivo e la societa’ siciliana.