Dopo la bomba contro la Guardia medica di Partanna Mondello nel palermitano, vandali in azione anche all’Asp 2 di Caltanissetta nel fine settimana.

Nella notte fra sabato e domenica qualcuno ha fatto irruzione negli uffici dell’economato dell’Asp in via Cusmano a Caltanissetta, ha danneggiato tutte le porte a vetri e sfondato le finestre, rotto i computer e messo a soqquadro gli archivi.

Danni anche a due auto di servizio che si trovavano in sosta negli spazi interni dell’Asp. Sul posto sono stati effettuati rilievi dalla polizia scientifica allertata dai dipendenti stamani all’apertura degli uffici. L’episodio è classificato come vandalico perché non sembra mancare nulla. La cassaforte non è stata forzata e anche i buoni pasto dei dipendenti sono al loro posto. Bisognerà meglio verificare se negli archivi manchi qualcosa ma la prima analisid ei documenti non sembra mostrare  nulla oltre disordine e danni.

“Sono profondamente indignato per gli atti di vandalismo avvenuti questa notte presso gli uffici dell’Asp di Caltanissetta, che hanno causato ingenti danni – dice in una nota il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta -. Sono sicuro che l’intento intimidatorio degli atti avvenuti questa notte, non fermerà il cambiamento in atto, che mira ad offrire servizi sempre più efficienti ai cittadini. La solidarietà mia e dell’assessore alla Salute
Gucciardi, a tutto il management e agli operatori che – conclude il presidente – ogni giorno lavorano per migliorare l’efficienza dei servizi, garantendo legalità e trasparenza”.

Solidarietà a tutto l’apparato dirigenziale dell’Asp di Caltanissetta  e vicinanza al direttore Carmelo Iacono viene espressa anche dall’assessore alla famiglia Gianluca Micciché: “Le istituzioni tutte saremo al fianco dei vertici dell’Asp a sostegno ed incoraggiamento per continuare il proficuo lavoro in atto. Confido  – dice Micciché – nell’operato delle forze dell’ordine affinché si possa fare luce al più presto sul vile atto criminale.”