Sono parecchi i sequestri di ‘botti’ e giochi d’artificio illegali nel palermitano ma questo non è bastato ad evitare feritianche se ha, chiaramente, limitato i danni rispetto al passato.

In due distinti episodi sono stati sequestrati lo scorso pomeriggio oltre 6000 pezzi di fuochi artificiali.
Nel primo caso gli agenti del Commissariato P.S. “Brancaccio” , transitando per via Bione, hanno notato un veicolo in sosta ed il conducente che alla loro vista mostrava agitazione ed una maldestra indifferenza che ha destato subito il sospetto dei poliziotti.

Dopo aver effettuato un controllo gli agenti hanno rinvenuto all’interno del veicolo numerose confezioni di giochi pirotecnici detenuti illegalmente; l’uomo incalzato dalle domande ha ammesso che si sarebbe apprestato ad improvvisare una “bancarella” per la loro vendita ed è stato denunciato.

Il secondo episodio è accaduto, sempre lo scorso pomeriggio, quando gli agenti del Commissariato P.S. “Porta Nuova”, durante il servizio di controllo del territorio, transitando lungo la via Paruta, all’altezza di un istituto scolastico, hanno notato una bancarella incustodita, allestita con giochi pirotecnici. Dopo aver cercato invano il proprietario dell’attività commerciale improvvisata, hanno sequestrato tutto il materiale esplodente.

Ad oggi, i controlli effettuati hanno portato ad un sequestro complessivo di quasi 20.000 pezzi di giochi pirotecnici, per un totale di quasi 70.000 chilogrammi