Sono 59 i programmi di volontariato selezionati dalla Fondazione CON IL SUD attraverso il Bando dedicato alle reti locali, per rafforzare il loro impatto nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia, migliorando e ampliando l’offerta, la qualità e la diversificazione dei servizi ai cittadini. In risposta al bando sono pervenute 133 proposte.

Le iniziative, che coinvolgono complessivamente circa 420 organizzazioni tra non profit e, in parte, enti locali, saranno avviate in Puglia (15 programmi), Campania (14), Sicilia (13), Calabria (9), Basilicata (5), Sardegna (3).

Gli interventi saranno sostenuti con 4 milioni e 47 mila euro (una media di circa 68 mila euro a iniziativa) e fanno riferimento a ambiti di intervento molto diversificati: distribuzione di beni di prima necessità donati dai clienti dei supermercati a persone in difficoltà; iniziative per favorire il reinserimento sociale dei detenuti; contrasto degli incendi boschivi e interventi di sensibilizzazione alla tutela ambientale; doposcuola, laboratori ricreativi e didattici per minori; contrasto al bullismo attraverso l’apertura di centri di ascolto; manutenzione e riqualificazione di spazi comuni; contrasto del gioco patologico; percorsi di educazione alla salute e di prevenzione con visite e screening sanitari gratuiti; iniziative per l’inserimento lavorativo e l’accompagnamento alla creazione di impresa per immigrati; attività sportive e ricreative dedicate a persone con disabilità.

Con i bandi precedenti la Fondazione ha sostenuto complessivamente 280 programmi di volontariato al Sud, proposti da reti nazionali e locali, erogando oltre 15,2 milioni di euro.
Nei prossimi mesi saranno resi noti anche gli esiti degli altri due bandi promossi quest’anno dalla Fondazione CON IL SUD e dedicati al volontariato; “Con il Sud che partecipa”, per diffondere la cultura e la pratica del volontariato tra i cittadini attraverso idee e interventi concreti, e l’iniziativa dedicata alle reti nazionali.

Ecco i progetti in dettaglio.